Certificazione Cradle to Cradle

news image

I principi Cradle to Cradle® sono stati ideati dal Prof. Michael Braungart e da William McDonough, e in seguito sviluppati da EPEA (Environmental Protection Encouragement Agency) con sede ad Amburgo.

Werner & Mertz ha ottenuto la certificazione Cradle to Cradle®​ GOLD a fine 2013 per una gamma completa di prodotti testati secondo gli standard C2C che prevedono:

- l'utilizzo di ingredienti sicuri per la salute umana e per l'ambiente
- la biodegradabilità della formulazione e la riciclabilità del packaging
- l'utilizzo di energia rinnovabile e la gestione della acque reflue negli stabilimenti    
  produttivi
- l'impatto e l'impegno sociale dell'azienda

Questa è stata una novità assoluta nel panorama mondiale. Per la prima volta infatti Cradle to Cradle® ha certificato un'intera gamma destinana alla pulizia professionale: otto tra i prodotti green care PROFESSIONAL per la cura e la manutenzione delle superfici.



             Il perfetto ciclo chiuso: dalla culla alla culla - Cradle to Cradle

L'obiettivo della certificazione "Cradle to Cradle" consiste nel fermare il consumo di materie con la creazione di un nuovo concetto di ciclo di vita



I prodotti Ecologici tradizionali sono:
Meno pelicolosi per la salute umana
Meno dannosi per l'ambiente
ma spesso:
Continuano ad utilizzare energie e materiali di origine fossile
Liberano nell'ambiente minimi quantitiativi di sostanze tossiche
Sono eco-efficienti
Il loro obiettivo consiste nel RIDURRE, non nell'eliminare, l'impatto ambientale

L’approccio Cradle to Cradle® è in netta contrapposizione con il tradizionale sistema di produzione lineare chiamato dalla “culla alla bara” in cui un oggetto nasce, ha un suo ciclo di vita e poi muore (ovvero si trasforma in rifiuto) senza alcuna considerazione per l’ambiente.
Cradle to Cradle® si basa sul principio in base al quale tutti i prodotti, al termine del loro utilizzo, dovranno riavere nuova vita all’interno di un nuovo ciclo di vita biologico o tecnico: biologico per i prodotti, come ad esempio i detergenti, che dopo essere stati utilizzati fluiscono necessariamente nell’ambiente; tecnico per il packaging che dovrà essere riciclato senza perdita di valore del materiale da cui è composto.
La sfida quindi consiste nel creare prodotti che siano sicuri quando ritorneranno nell’ambiente o quando dovranno essere riutilizzati per far nascere nuovi manufatti.